calze a rete
Le calze a rete
9 marzo 2018
trench_patrizia_sartorio

Connubio perfetto tra uno stile raffinato e casual, il trench è protagonista di tantissimi look delle star più famose, più che mai nelle stagioni come la primavera!

“Cappotto da trincea”, questa è la derivazione del termine inglese trench (o anche trench coat); Soprabito impermeabile con allacciatura doppiopetto, listino sottogola, maniche a raglan, cintura con anelli a forma di “D”, lunghezza sotto il ginocchio, in tessuto: gabardine o tessuto anti acqua con il colore di riferimento iniziale khaki un marrone chiaro polvere derivante dal persiano “Khan” polvere.

Nella prima guerra mondiale fino alla seconda questo capo venne usato dall’esercito britannico come impermeabile e subito dopo, negli anni Venti e durante la Depressione, entrò nei negozi di tutto il mondo. Fino ad arrivare agli anni Quaranta, quando nel cinema trovò il suo momento di gloria grazie ad Humphrey Bogart in “Casablanca”.

Entrando ufficialmente nella moda come una vera e propria icona di eleganza con Greta Garbo prima e Audrey Hepburn subito dopo, in “Colazione da Tiffany”.

Imitato da molti stilisti contemporanei, il trench Burberry conserva la sua forma iniziale. Attraverso le varie epoche poi si trasforma. Michael Kors lo aveva detto “metti un trench e ti senti Audrey Hepburn che passeggia lungo la Senna”.

Oggi ritorna prepotentemente in passerella con tessuti high tech e nuove reinterpretazioni.

patrizia-sartorio_trenchCOME ABBINARE IL TRENCH?

Pantaloni skinny aderenti alla gamba, sopra la caviglia sono perfetti. Allungano la figura creano un contrasto tra largo sopra e stretto sotto.

Pantalone palazzo con una zeppa vertiginosa, stivaletto a tacco largo.

Tubino o gonna a tubo anche con una camicia a colore contrastante.

Sandali: Alti e bassi chi non vuole rinunciare ai tacchi il classico décolleté. No alle scarpe da ginnastica, tronchetti in caviglia o décolleté spuntate.

Abiti longuette o alla caviglia: trasparenti, di tessuto leggero. S’indossano solo con scarpe basse (anfibi, scarpe stringate maschili o ballerine tipo stile Audrey Hepburn).

TENDENZE

Dai colori accesi, ai colori pastello a disegni floreali per il giorno.

La Sera si consiglia con colori a fantasie lucide o tessuti preziosi, ideali per una cena di lavoro, matrimoni o happy hour.
Insomma ad ognuna il suo stile, che sia a seconda della propria forma o dell’occasione a cui dobbiamo partecipare, sappiamo che con il nostro trench non sbagliamo mai.

 

patrizia-sarorio_trench